×

Attenzione

Joomla\CMS\Cache\Storage\FileStorage::_deleteFolder JFolder: :delete: Non è stato possibile eliminare cartella. Percorso: /web/htdocs/www.centrovictorcomo.it/home/cache/page

LO SCREENING A SCUOLA: QUANDO PREVENIRE E’ LA SOLUZIONE!

screening scolastici big

Lo screening scolastico relativo alle competenze dell’apprendimento è un intervento di valutazione praticato a scuola sia in un’ottica di prevenzione che di intervento.

Esso non è uno strumento di diagnosi, ma uno strumento per individuare, con un buon livello di attendibilità, la presenza di fattori di rischio per lo sviluppo di un disturbo dell’apprendimento.

Ma in cosa consiste lo screening?

Lo screening è l’osservazione, condotta da un professionista competente, delle abilità prassiche e didattiche degli alunni, calata direttamente nel contesto scolastico, attraverso l’uso di test standardizzati e prove cliniche. Alcune di queste prove possono essere condotte in gruppo, mentre altre vanno somministrate singolarmente. Oltre alle prove dirette sui bambini, possono essere proposti anche dei questionari da compilare ad insegnanti e genitori.

In particolare, per quanto riguarda le capacità prassiche dei bambini, si osservano la motricità, compresi gli aspetti grafo-motori, l’organizzazione nello spazio e nel tempo, la capacità di gestire i ritmi e le sequenze, le abilità visuo-spaziali. Uno screening su questi aspetti, compresi i prerequisiti per l’apprendimento, può essere attuato già nell’ultimo anno della scuola dell’infanzia.

Rispetto agli apprendimenti, invece, si indagano il linguaggio, orale e scritto, ovvero lettura e scrittura e il calcolo. Queste aree sono valutabili sin dalla seconda elementare (lettura e scrittura) e dalla terza (calcolo).

Questa valutazione permette, una volta evidenziate le difficoltà di particolari bambini, di offrire anche alla scuola degli strumenti di intervento, che possono essere rivolti sia a potenziare direttamente le abilità del bambino, sia a migliorare l’ambiente scolastico.

Tuttavia, se le difficoltà dovessero persistere, diventa opportuno indicare ai genitori la necessità di procedere con una valutazione specialistica.

Un buon programma di screening dovrebbe includere delle attività di formazione e sensibilizzazione degli insegnanti, in modo che ad essi vengano forniti gli strumenti necessari per riconoscere rapidamente le difficoltà degli alunni e intervenire su di esse, attuando delle misure didattiche adeguate.

Lo screening è fondamentale dal punto di vista della prevenzione poiché riconoscere precocemente i segnali delle difficoltà dei bambini permette di intervenire tempestivamente su tali difficoltà, ancor prima che il disturbo relativo si palesi, e impedendo così le conseguenze funzionali (scarse memoria, attenzione, capacità di organizzare il proprio lavoro…), comportamentali (rabbia, isolamento, scarso controllo del comportamento) ed emotive (bassa autostima, frustrazione, ansia, depressione) che esso comporterebbe.

Centro Clinico Psicopedagogico Victor
Via Cesare Cantù 22
22100 Como - Italia

Via Giacomo Leopardi 24
22075 Lurate Caccivio (CO)

Tel. : +39.3473172717
Email: info@centrovictorcomo.it

Centro Italiano Dislessiauniped italia